Le collaborazioni esistenti

I comuni coinvolti nel progetto di fusione hanno in essere consolidate forme collaborative “ad assetto variabile”. La fusione ne costituisce la naturale evoluzione e rappresenta lo strumento adeguato per condurle alla piena efficienza e coerenza territoriale.

La più antica forma di collaborazione esistente riguarda l’ex consorzio (ora gestione associata) acquedotti di Rava, istituito nel 1952 con capofila il Comune di Strigno e la partecipazione dei comuni di Bieno, Samone, Spera, Scurelle e Castelnuovo, recentemente esteso ai comuni di Ivano Fracena e Villa Agnedo.

Direttamente connessa alla “Acquedotti di Rava” è la più recente gestione associata “Centrali di Rava”, che ha lo scopo di promuovere la produzione e la vendita di energia idroelettrica (capofila Comune di Strigno, partecipanti i comuni di Bieno, Castelnuovo, Samone, Scurelle e Spera).

Nel corso dell’ultimo decennio sono state inoltre attivate altre seguenti gestione associate:

  • Segreteria comunale (comuni di Spera, Strigno, Villa Agnedo e Samone);
  • Sistema Bibliotecario Lagorai (Bieno, Castello Tesino, Cinte Tesino, Ivano Fracena, Pieve Tesino, Samone, Spera, Strigno, Villa Agnedo);
  • Sistema Culturale Lagorai (Bieno, Castello Tesino, Cinte Tesino, Ivano Fracena, Pieve Tesino, Samone, Spera, Strigno, Villa Agnedo);
  • Ecomuseo della Valsugana, dalle sorgenti di Rava al Brenta (Bieno, Ivano Fracena, Ospedaletto, Samone, Scurelle, Spera, Strigno, Villa Agnedo).

L’esperienza fin qui vissuta all’interno del progetto ecomuseale costituisce un fondamentale fattore di conoscenza e coesione sociale. Tutti i comuni partecipanti al progetto rientrano nell’Ecomuseo della Valsugana, nell’ambito del quale hanno già posto in essere importanti e complesse iniziative quali la mappa di comunità (finanziata dalla Provincia Autonoma di Trento e dalla Fondazione Caritro), documentate su www.ecovalsugana.net .

Oltre alle gestioni associate vanno menzionati:

  • il progetto di certificazione EMAS III che ha visto coinvolti i comuni di Strigno (capofila), Ivano Fracena, Samone, Scurelle, Spera, Villa Agnedo;
  • l’Associazione Foreste Lagorai – Valsugana orientale costituita dai comuni di Scurelle (capofila), Ivano Fracena, Samone, Spera e Strigno (sede) con lo scopo di provvedere all’utilizzazione boschiva dei lotti di legname dei comuni associati;
  • il Consorzio per i servizi di custodia forestale fra i comuni di Strigno (capofila e sede), Ivano Fracena, Samone, Scurelle e Spera.

Spera e Strigno condividono la scuola primaria e dell’infanzia. 

Spera, Strigno e Villa Agnedo fanno riferimento alla scuola media di Strigno. 

Tutti i plessi scolastici esistenti nei paesi confluiscono nell’istituto scolastico comprensivo Strigno e Tesino.

Ulteriori forme collaborative coinvolgono i tre comuni interessati  in contesti più ampi:

  • Azienda per il turismo Valsugana (Lagorai – Terme - Laghi);
  • Consorzio dei comuni del bacino imbrifero del Brenta (BIM Brenta).

Giovedì, 19 Febbraio 2015